Feste e sagre in SiciliaVacanze in Sicilia

Festa di Santa Maria del Bosco ad Alì Superiore

Secondo sabato di settembre - Alì Superiore (ME)

Festa di Santa Maria del Bosco ad Alì Superiore a Alì Superiore

Il secondo sabato di settembre hanno inizio le celebrazioni in onore di Santa Maria del Bosco ad Alì Superiore (Messina). Esiste nel territorio di Alì, salendo verso i monti, una contrada detta Santa Maria, dove sorge, circondata da un grande castagneto, la chiesetta di Santa Maria del Bosco. Annesso alla chiesa esisteva un cenobio per il ritiro dei religiosi, suffraganeo del monastero basiliano dei Santi Pietro e Paolo di Itala voluto dal Conte Ruggiero nel 1093 dove furono sconfitti gli Arabi. Questo cenobio oltre al richiamo e compitezza dei cenobiti di ogni tempo, era frequentato anche da forestieri che per venerare la Gloriosa Madre di Dio, venivano spesso da paesi e contrade vicine. Esso però a causa delle lotte politiche, sin dal 1850 cominciò a deperire fino alla sua completa scomparsa con la soppressione dei beni monastici.

I fedeli però coltivarono sempre la devozione alla Madonna del Bosco, restaurando in diverse epoche la chiesa, dove si venerava una pregevole statua di alabastro dell’Immacolata che andò distrutta in un incendio. Essi in tutti i nove sabati che precedono la festività dell’8 settembre, si recano all’alba in devoto pellegrinaggio al Santuario, partecipando alla S. Messa e cantando le lodi alla Madonna. Annualmente una commissione organizza la festa che un tempo si svolgeva totalmente al bosco; adesso invece la festa si svolge in due tempi: il sabato al bosco, mentre la domenica in paese, con grande concorso di gente e fedeli dei paesi viciniori.

Il secondo sabato del mese di settembre hanno inizio le celebrazioni: a mezzogiorno il suono delle campane a festa ed i colpi a cannone ricordano alla gente che nel pomeriggio al bosco ci saranno i tradizionali giochi popolari: “pignateddi, ntinna” ecc.. Al termine di questi momenti ludici, ha inizio nel Santuario la S. Messa che culminerà con la processione della Madonna verso la chiesa madre di S. Agata in Alì, dove sarà impartita la benedizione. La serata sarà allietata da musica e balli nella piazza Duomo.

La domenica, di mattina la banda musicale farà il tradizionale girò del paese; verso le ore 11,00 si terrà nella chiesa madre una solenne celebrazione eucaristica. Nel pomeriggio il simulacro della Vergine inizierà il suo pellegrinaggio lungo le vie di Alì, portato a spalla dai devoti che per più di due ore la porteranno in trionfo; al rientro si svolgerà la S. Messa. La serata continuerà in piazza Duomo con dei concerti di musica, aspettando il tradizionale Sciccareddu e l’omu sabbaggiu”: Si tratta di una rappresentazione popolare che si tramanda nel tempo; la scena si svolge in piazza, dove allo spegnersi delle luci fanno ingresso i due protagonisti: “U sciccareddu” (l'asinello) è una carcassa di legno leggero a forma di asino, imbottita esternamente da mortaretti, pilotata all’interno da una persona. “L’omu sabbaggiu” (l’uomo selvaggio) è rappresentato da una persona con un cappello a forma di cilindro variopinto; nella mano sinistra ha un ombrello rivestito di carta colorata che gli serve per difendersi dai fuochi emessi dallo sciccareddu e nella destra un attrezzo a forma di rastrello le cui due estremità sono costituite da mortaretti. I due attori, danzando al crescente ritmo della tarantella, danno vita ad uno scontro che, con il progressivo scoppiettare dei mortaretti, crea un gradevole spettacolo che coinvolge anche gli astanti. La chiusura della festa è segnata da un nutrito spettacolo pirotecnico.

Per maggiori informazioni: www.comune.ali.me.it


Ultima modifica: 2013-10-25 13:18
Fonte / Autore: Aliese'83


CONDIVIDI SU FacebookTwitterGoogle+

Ricerca

Ricerca avanzata

In primo piano


- Ricetta cannoli siciliani
- Pasta reale ricetta
- Pignolata messinese
Siciliainfesta.com
è un progetto diImpronte DigitaliFrancesco Grasso
MappaTermini di utilizzoRicette sicilianePartnerPrivacy
N.B. Siciliainfesta.com non è in alcun modo
responsabile
per eventuali errori o omissioni
contenuti nelle informazioni pubblicate.
Newsletter
cancellami