Feste e sagre in Sicilia

Chiesa di Santa Ninfa dei Crociferi

Via Maqueda, 220 - Palermo (PA)

La Chiesa di S. Ninfa dei Crociferi è una delle prime ad essere realizzata lungo il nuovo asse di via Maqueda, sul margine del mandamento dedicato alla stessa santa e appartiene all’ordine dei Ministri degli Infermi. La prima pietra fu posta il 10 agosto 1601, alla presenza dello stesso S. Camillo de Lellis, fondatore dei Padri Crociferi. Ferdinando Lombardo assistito da G. Venanzio Marvuglia realizza tra il 1750 e il 1760 la facciata in pietra d’Aspra, che si ispira alle linee tardo cinquecentesche degli edifici romani;
 
Si accede all’interno mediante tre portali rettangolari, i due minori timpanati, tutti e tre sormontati da rilievi in stucco istoriati: i due riquadri laterali, raffiguranti S. Camillo che cura i malati e S. Camillo che pone la prima pietra della chiesa di S. Ninfa, sono opere di Vittorio Perez, quello contenuto entro una cornice ellittica, sul portale maggiore, che mostra il Martirio di S. Ninfa, è invece opera di Gaspare Firriolo.  Alla destra della facciata si apre una cappella in cui è custodito dal 1722 un Ecce Homo in mistura. Adiacente al lato sinistro della chiesa vi è, l’edificio dell'ex Casa Conventuale dei Crociferi, anch'essa costruita a partire dall'inizio del XVII sec.

Lo sviluppo interno è quello tipico di tante Chiese del periodo della Controriforma, derivato dalla romana Chiesa del Gesù del Vignola e presenta lo schema a croce, con un ampio presbiterio quadrato al termine di un’unica ampia navata coperta da volta a botte lunettata, affiancata da profonde cappelle tra loro comunicanti. Numerosi monumenti funebri e lapidi con iscrizioni funerarie si trovano nei vari ambienti della chiesa e sepolture accoglie anche la cripta.


CONDIVIDI SU FacebookTwitterGoogle+

In primo piano


- Museo Archeologico Regionale di Aidone
- Palazzo dei Normanni Palermo
- Area Archeologica Selinunte
- Teatro Greco Romano di Taormina
- Duomo di San Giorgio Ragusa
- Parco Archeologico Valle dei Templi
- Duomo di Monreale
N.B. Siciliainfesta.com non in alcun modo responsabile per eventuali errori o omissioni contenuti nelle informazioni pubblicate
Sicilia in festa un progetto di IDGT e Francesco Grasso | Mappa | Termini di utilizzo | Cookie | Ricette siciliane | Partner | Newsletter

Questo sito contribuisce all'audience del Quotidiano di Sicilia