Feste e sagre in Sicilia

Cattedrale di San Demetrio

Corso Giorgio Castriota - Piana degli Albanesi (PA)

Cattedrale di S. Demetrio Megalomartire di Tessalonica, Primo Patrono della Città e della Diocesi. La parrocchia fu fondata con l’atto di concessione del 30 agosto 1488 da parte dello arcivescovo di Mon­reale, Card. Borgia, dei feudi di Mercu e Ayndingli ai profughi della penisola balcanica. Nella prima metà del XVII secolo, dal 1641 al 1644, la chiesa subì vari rimaneggiamenti e l'intervento pitto-rico, straordinario di Pietro Novelli. Alla cattedrale si accede da una scalinata di stile tardo barocco. La facciata è decorata da mosaici eseguiti da abili artigiani monrealesi intorno al 1960 e raffiguranti Cristo in trono con San Giorgio e San Demetrio.
 
L’edificio è a tre navate scandite da due maestose file di colonne marmoree. Una imponente iconostasi lignea ricopre le tre absidi affrescate dal Novelli. In quella centrale è rappresentata la Esaltazione dellaTrinità, in quella destra la Ascensione di Cristo al cielo. L’opera più antica e preziosa della Chiesa è la Icona di Cristo con Maria, ascrivibile a scuola senese. Nella chiesa sono custodite le spoglie mortali del Servo di Dio Padre Giorgio Guzzetta, personaggio cui la chiesa e la comunità albanese devono tantissimo.
 
In seguito ai restauri operati nel 1960, il coro venne ampliato e trasformato e la volta a botte della navata centrale sostituita con un tetto a cassettoni decorati in oro. Dai primi anni ’90 le navate della cattedrale, sono state oggetto di un grande intervento decorativo liturgico, ancora in fieri, da parte dell’iconografo greco Eleuterio Hatsaras, le cui opere rappresentano la vita di Cristo e quella dei Santi Demetrio, Nestore, Giorgio, Nicola, Spiridione, Biagio e Lucia.
 
Dal 1784 la chiesa fu sede del vescovo ordinante di rito greco in Sicilia. Fino al 18 luglio 1924, in Piana degli Albanesi, la chiesa di San Demetrio era la sola parrocchia di rito bizantino con un Collegio di quattro parroci. In quella data essa veniva smembrata ecclesiasti­camente e venivano create altre tre parrocchie ossia quella di San Giorgio Megalomartire, quella di Santissima Annunziata e quella di Sant'Antonio il Grande. Il 26 ottobre 1937, nella festa di San Demetrio, con l’istituzione della Eparchia, la chiesa veniva elevata alla dignità di cattedrale. Su disegno ed esecuzione dei fratelli La Bruna, di Monreale, è stata portata a termine una artistica iconostasi.

Fonte / Autore: www.eparchiapiana.it


CONDIVIDI SU FacebookTwitterGoogle+

In primo piano


- Museo Archeologico Regionale di Aidone
- Palazzo dei Normanni Palermo
- Area Archeologica Selinunte
- Teatro Greco Romano di Taormina
- Duomo di San Giorgio Ragusa
- Parco Archeologico Valle dei Templi
- Duomo di Monreale
N.B. Siciliainfesta.com non in alcun modo responsabile per eventuali errori o omissioni contenuti nelle informazioni pubblicate
Sicilia in festa un progetto di IDGT e Francesco Grasso | Mappa | Termini di utilizzo | Cookie | Ricette siciliane | Partner | Newsletter

Questo sito contribuisce all'audience del Quotidiano di Sicilia