Feste e sagre in Sicilia

Cattedrale di San NicolÚ

Piazza Municipio - Noto (SR)

La Chiesa Madre San Nicolò a Noto è anche la Cattedrale della città, in quanto chiesa principale della Diocesi di Noto. L'edificazione della grandiosa basilica barocca ebbe inizio nei primi anni del Settecento, a seguito della ricostruzione post sisma del 1693. Il prezioso monumento fu quindi ultimato nel 1776, anche se nei secoli successivi furono apportati vari rifacimenti e modifiche, come la decorazione della navata centrale e dell'abside con affreschi di N. Arduino nei primi anni cinquanta del Novecento e la sostituzione, sempre negli anni cinquanta, dell'originaria copertura a falde della navata centrale con un pesante solaio in cemento. 

La Cattedrale, dedicata a S. Nicolò di Mira e chiesa madre fino al 1844 (anno di fondazione della Diocesi di Noto), si erge superba al culmine di una monumentale e scenografica scalinata a quattro rampe, completata nella prima metà del sec. XIX su progetto dell'Architetto Bernardo Labisi. Il prospetto, che domina ed aggetta sulla bellissima Piazza Municipio, si caratterizza per una felice fusione di elementi barocchi e classici insieme e presenta nel primo ordine otto colonne con capitelli corinzi e il portale sormontato dallo stemma della città con il portone in bronzo, opera dello scultore netino G. Pirrone, raffigura episodi della vita di S. Corrado Confalonieri.

Nella notte del 13 marzo 1996, crollarono cupola, tetto e le navate centrale e destra: ci vollero tre anni solo per sgomberare le macerie. Il crollo avvenne a sei anni dal terremonto di S. Lucia (13 dicembre 1990) e già in passato la chiesa aveva subito danni a causa di movimenti tellurici, la cupola crollata – e che è stata ricostruita quasi alla lettera - non era quella originale ma a sua volta già una ricostruzione, progettata dall’ingegnere netino Luigi Cassone e realizzata tra 1854 e 1861. Il 18 giuno 2007 rimarrà una data storica per l’Italia e per il mondo: la Cattedrale di San Nicolò, gioiello del tardo barocco siciliano, riapre a 11 anni dal crollo, dopo un restauro considerato eccezionale per il metodo, i risultati e i tempi di consegna. Un patrimonio restituito ai siciliani e all’intera umanità.

Orari visite:
mattina ore 9.00 -13.00 / pomeriggio ore 15.00 -20.00


Fonte / Autore: www.cattedralenoto.it


CONDIVIDI SU FacebookTwitterGoogle+

In primo piano


- Museo Archeologico Regionale di Aidone
- Palazzo dei Normanni Palermo
- Area Archeologica Selinunte
- Teatro Greco Romano di Taormina
- Duomo di San Giorgio Ragusa
- Parco Archeologico Valle dei Templi
- Duomo di Monreale
N.B. Siciliainfesta.com non Ť in alcun modo responsabile per eventuali errori o omissioni contenuti nelle informazioni pubblicate
Sicilia in festa Ť un progetto di IDGT e Francesco Grasso | Mappa | Termini di utilizzo | Cookie | Ricette siciliane | Partner | Newsletter

Questo sito contribuisce all'audience del Quotidiano di Sicilia