Feste e sagre in Sicilia

Chiesa Maria SS. Annunziata

Piazza Vittorio Emanuele III - Calatabiano (CT)

Sorge addossata al torrente Santa Beatrice, sulla caratteristica piazza, di forma triangolare, dedicata a Vittorio Emanuele III. La chiesa, secondo il progetto, sarebbe dovuta constare di una navata centrale e due laterali: la prima unita alla seconda a mezzo del solito archeggiato e colonnato. Ma la mancanza di fondi sufficenti fece sorgere la chiesa monca, rinviando a tempi migliori la costruzione delle due navate laterali, mai più edificate. Nelle sue linee la chiesa non ripete nessuno stile architettonico. Forse avrebbe dovuto ripetere lo stile barocco. L'ingresso principale è in marmo colorato e vi si arriva attraverso una scalinata in pietra lavica. All'interno, la chiesa si presenta interamente affrescata. Entrando, lateralmente la navata, si trovano quattro altarini in marmo di Taormina, sormontati da tele di autore ignoto: "Madonna del Carmine", "San Giuseppe morente", "Madonna del Rosario" e "Annunciazione". Sulla parete sinistra, al centro dei due altari, è posto un fercolo in legno scolpito risalente al 1933, che viene usato per il trasporto dell'Addolorata durante la processione del Venerdì Santo. Sul lato destro, invece si trova il pulpito, in legno scolpito, risalente al 1891, opera di Nunzio Grasso. L'altare maggiore, in marmo di Taormina, è circondato dal coro ligneo in noce scolpito. L'opera più preziosa che la chiesa conserva, è la pala del Crocifisso, pitturata da G. Salvo D'Antonio, nipote del famoso Antonello da Messina.
 
Pala del Crocifisso (XVI sec.) Dipinto ad olio, opera di Giovanni Salvo d'Antonio.
Si notano al centro il Cristo Crocifisso e, alle estremità delle due braccia, le mezze figure di San Giovanni e della Madonna. In alto c'è un pellicano, in basso un teschio. Fu commissionato dall'arciprete Matteo di Villa da Messina, il 24 ottobre del 1502, per il prezzo pattuito di 5 onze (63,75 lire). Ai lati del transetto vi sono due altari in marmo di Taormina dedicati, uno al SS. Crocifisso ai cui piedi sta la Madonna Addolorata, l'altro, di stile barocco, dedicato al Sacramento. Nella chiesa sono custodite le statue di Santa Lucia, Santo Antonio di Padova, Maria Ausiliatrice e il Cuore di Gesù. Una statua di notevole pregio è quella di San Giorgio a cavallo risalente al '700 circa.

Fonte / Autore: Comune di Calatabiano


CONDIVIDI SU FacebookTwitterGoogle+

In primo piano


- Museo Archeologico Regionale di Aidone
- Palazzo dei Normanni Palermo
- Area Archeologica Selinunte
- Teatro Greco Romano di Taormina
- Duomo di San Giorgio Ragusa
- Parco Archeologico Valle dei Templi
- Duomo di Monreale
N.B. Siciliainfesta.com non in alcun modo responsabile per eventuali errori o omissioni contenuti nelle informazioni pubblicate
Sicilia in festa un progetto di IDGT e Francesco Grasso | Mappa | Termini di utilizzo | Cookie | Ricette siciliane | Partner | Newsletter

Questo sito contribuisce all'audience del Quotidiano di Sicilia