Feste e sagre in Sicilia

Il Duomo

Via Duomo - Agrigento (AG)

I primi lavori per la realizzazione della Cattedrale di Agrigento, cominciarono prima dell'anno 1100 per volontà del vescovo Gerlando. Ma soltanto 200 anni dopo, durante il periodo di vescovado di Bertoldo De Labro, la chiesa realizzata venne intitolata a San Gerlando, patrono della Città dei Templi. Con il passare degli anni e dei secoli, altre costruzioni vennero aggiunte all'originaria ed altre migliorie vennero effettuate all'interno. Ciò ha provocato una varietà di stili non indifferente che ancora oggi si possono ammirare all'interno del Duomo. Si va da quello normanno a quello gotico-chiaramontano, da quello rinascimentale a quello barocco. Già nel 1600 la cattedrale di Agrigento aveva perduto lo stile e la struttura primitivi. Una paurosa frana, verificatasi ad Agrigento nel 1966, provocò ingenti danni al Duomo che rimase chiuso, in fase di restauro, per una decina d'anni. All'interno si possono ammirare affreschi e sculture di grande pregio artistico.

Dalla Cattedrale è possibile accedere al Museo Diocesano e al Tesoro della cattedrale, dalla Torre campanaria invece si accede al Coretto dei Canonici e all'Archivio del Capitolo. Il Museo presenta una selezione di materiali provenienti dai tre nuclei collezionistici – Tesoro, Museo storico, Museo Diocesano - in cui si è impressa la storia della Cattedrale, dall’epoca medievale, fino ai nostri giorni. Il Tesoro, intrinsecamente legato alle vicende della Cattedrale stessa, annovera capolavori di arte decorativa siciliana, quali paramenti sacri (pianete, piviali, borse, stole), manufatti di oreficeria e argenteria (paliotti, reliquiari, croci, pastorali, ostensori, pissidi, calici) e altre suppellettili d’uso liturgico. Una selezione di manufatti per tipologie che va dal XII al XIX secolo, offrendo un significativo percorso dell’evoluzione stilistica delle arti decorative dal linguaggio medievale alla cultura tardomanierista e barocca, fino alle forme sempre più avvolgenti del gusto rococò e al ritorno a stilemi classicheggianti che perdurerà fino agli inizi dell’Ottocento
 
www.cattedraleagrigento.com

Fonte / Autore: www.comune.agrigento.it


CONDIVIDI SU FacebookTwitterGoogle+

In primo piano


- Museo Archeologico Regionale di Aidone
- Palazzo dei Normanni Palermo
- Area Archeologica Selinunte
- Teatro Greco Romano di Taormina
- Duomo di San Giorgio Ragusa
- Parco Archeologico Valle dei Templi
- Duomo di Monreale
N.B. Siciliainfesta.com non in alcun modo responsabile per eventuali errori o omissioni contenuti nelle informazioni pubblicate
Sicilia in festa un progetto di IDGT e Francesco Grasso | Mappa | Termini di utilizzo | Cookie | Ricette siciliane | Partner | Newsletter