Feste e sagre in Sicilia

G.A.M. Galleria d'Arte Moderna

Via Sant' Anna, 21- Complesso Monumentale di S. Anna ai Lattarini - Palermo (PA)

IL MUSEO
Nel 1910 il Ridotto del Teatro Politeama divenne la sede della Civica Galleria d'Arte Moderna di Palermo. Le ragioni di tale scelta furono motivate dal valore emblematico del monumento, che testimoniava la esaltante stagione della Belle Époque, e dalla sua stessa collocazione nel cuore della città moderna. Dopo quasi un secolo, il Museo si trasferisce nel centro storico della città, oggi luogo di ricerca e d'incontro tra le diverse identità culturali. Nel Complesso di Sant'Anna alla Misericordia è possibile distinguere tuttora le fisionomie architettoniche di una residenza privata del Quattrocento e di un convento seicentesco. Il palazzo fu costruito intorno al 1480 dal mercante catalano Gaspare Bonet e divenne presto un modello per l'edilizia residenziale aristocratica. Nel Cinquecento vi si stabilirono i Gesuiti, ma il palazzo tornò poi brevemente in possesso dei Bonet. La successiva vendita, nel 1618, ai Padri Francescani determinò la necessità di un ampliamento dell'edificio con la costruzione del convento che si protrasse per tutto il Seicento. Nel Settecento il complesso subì notevoli danni a causa di due terremoti e fu ulteriormente modificato in seguito alla realizzazione di nuovi dormitori per i frati. Nel XIX secolo, il dissesto finanziario della comunità francescana fu causa della trasformazione di alcuni spazi in case d'affitto. L'insediamento delle Regie Scuole Normali e la soppressione degli ordini religiosi nel 1866 stravolsero definitivamente i connotati architettonici del convento francescano. I lavori di restauro del complesso monumentale di Sant'Anna sono stati curati dal Settore Centro Storico del Comune di Palermo, con la consulenza per l'allestimento museografico di Alessandra Raso, Stefano Testa e Matteo Raso per Cliostraat.

COLLEZIONI

Dopo quasi un secolo dalla sua costituzione la Galleria trova, nel Complesso monumentale di Sant'Anna, il luogo ideale per le attività e le funzioni di un museo moderno. È stato naturale, quindi, ripensare anche l'ordinamento della collezione permanente per l'esposizione nei nuovi spazi. La Direzione museale ha affidato a campodivolo l'incarico di curare il progetto del nuovo ordinamento scientifico e tutte le fasi della sua realizzazione, con la direzione di un gruppo di studiosi coordinato da Fernando Mazzocca e composto da Gioacchino Barbera, Luisa Martorelli, Carlo Sisi e dalla stessa Direttrice Antonella Purpura. La ricerca documentaria, storica e filologica è stata condotta da Silvestra Bietoletti, Alessandra Imbellone, Francesco Leone, Laura Lombardi e Anna Villari. Il nuovo ordinamento restituisce, attraverso una selezione qualitativa delle opere, la fisionomia e la storia delle collezioni per offrirne un'immagine omogenea e un'agevole lettura al pubblico. Le 214 opere selezionate, 176 dipinti e 38 sculture, disegnano una nuova identità della Galleria ricostituendo i percorsi affascinanti di un gusto che portarono, sin dalla fondazione, ad acquisire pezzi che rappresentassero al meglio l'arte moderna in Italia, soprattutto alle Biennali di Venezia e in altre importanti rassegne o presso prestigiose gallerie private. Un insieme il cui fascino viene esaltato dalla bellezza dello spazio espositivo e dalle soluzioni scenografiche progettate da Corrado Anselmi, che ha tradotto il progetto museale in progetto di allestimento.

Orari visite:
da martedì a domenica ore 9.30-18.30
lunedì chiuso, anche se giorno festivo.
La biglietteria chiude sempre un'ora prima
Infoline: tel. 091.8431605 ore 9.30-18.30

Fonte / Autore: www.galleriadartemodernapalermo.it


CONDIVIDI SU FacebookTwitterGoogle+

In primo piano


- Museo Archeologico Regionale di Aidone
- Palazzo dei Normanni Palermo
- Area Archeologica Selinunte
- Teatro Greco Romano di Taormina
- Duomo di San Giorgio Ragusa
- Parco Archeologico Valle dei Templi
- Duomo di Monreale
N.B. Siciliainfesta.com non in alcun modo responsabile per eventuali errori o omissioni contenuti nelle informazioni pubblicate
Sicilia in festa un progetto di IDGT e Francesco Grasso | Mappa | Termini di utilizzo | Cookie | Ricette siciliane | Partner | Newsletter