Feste e sagre in Sicilia

Museo Aretuseo dei Pupi

Piazza San Giuseppe - Palazzo Midiri Cardona - Siracusa (SR)

Il Museo Aretuseo dei Pupi è il primo museo monotematico sui pupi in Italia. L’associazione Vaccaro-Mauceri apre il sipario sull’operato dei fratelli Vaccaro e sul loro mondo fantastico, dove trovano posto cavalieri cristiani e saraceni, maghi, streghe e creature mostruose. Un percorso arricchito da schede storiche che ripercorrono i punti salienti della loro storia: il laboratorio di vicolo dell’Ulivo, l’esordio nel 1978, la nascita del loro teatro, i progetti incompiuti e la loro fine. Un libro aperto su alcune suggestive pagine di storia siracusana, oggi a disposizione di tutti. Forse ad alcuni l’operato dei Vaccaro è apparso dissacratorio nei confronti della rigida e codificata tradizione dei pupi siciliani, ma resta il fatto che con grande costanza e determinazione i fratelli Vaccaro hanno traghettato l’opra siracusana sino al 1995, anno in cui i fratelli Mauceri hanno maturato l’idea di riportare l’opra dei pupi ad una fedeltà filologica dei contenuti e delle modalità dello spettacolo, con consapevole cultura della storia e dei significati che l’opra dei pupi tramanda.

I Fratelli Vaccaro, con spirito rinnovatore, per molti anni hanno dato vita ai pupi nella città aretusea; i fratelli Mauceri, avendo raccolto il testimone della tradizione siracusana, con lo stesso spirito, invertono la marcia dei loro progenitori e con continua dedizione e conoscenza dello strumento teatrale, cercano il giusto equilibrio fra tradizione e innovazione. L’operato dei Mauceri si colloca in un quadro di tutela, raccolta e promozione dell’arte pupara aretusea, nella continua ricerca di rimettere in ordine le tessere scomposte dell’opra siracusana, di individuarne i codici fissandoli nel tempo. Il lavoro di ricerca e promozione è svolto dal “Centro studi sull’opra siracusana” ospitato all’interno del museo. Un centro nato per raccogliere e catalogare ogni tassello che possa ricostruire la storia del teatro dei pupi di Siracusa.

La struttura del Museo Aretuseo dei Pupi ospita:
- Una biblioteca contenente fino ad oggi oltre 200 volumi sul teatro dei pupi e sulla storia di Siracusa;
-Una videoteca contenente le registrazioni in formato videocassetta e DVD degli spettacoli realizzati dai fratelli Vaccaro nonché interviste e filmati vari sull’opra dei pupi;
- Una audioteca con oltre 150 CD musicali con i brani utilizzati durante le rappresentazioni dell’Opera dei pupi;
- Una emeroteca contenente riviste, cartoline e materiale di vario genere sull’opera dei pupi.
- Data la preziosità della documentazione, l’ingresso a tale zona è subordinato a specifiche richieste in cui dovranno essere specificate le motivazioni e il materiale richiesto per la consultazione che avverrà in loco.
 
Il Museo organizza attività culturali:
-Visite guidate all’interno del Museo
-Visite guidate nei laboratori di costruzione
-Visite guidate dietro le quinte del teatro
-Spettacoli dell’Opra dei pupi
-Mostre
-Incontri di approfondimento e convegni
 
La Bottega artigianale creata dai pupari siracusani nel cuore di Ortigia, è una delle poche realtà aretusee più meritevoli d’attenzione. La bottega è un vero e proprio laboratorio artistico e creativo, nato per realizzare pupi da spettacolo unicamente per gli allestimenti della compagnia
 
La Compagnia dei Pupari Vaccaro - Mauceri
Tel. +39 0931.465540 - 0931.449432
 
La Bottega del Puparo Via della Giudecca,19 - Siracusa
Tel. +39 0931.465540

Fonte / Autore: www.pupari.com


CONDIVIDI SU FacebookTwitterGoogle+

In primo piano


- Museo Archeologico Regionale di Aidone
- Palazzo dei Normanni Palermo
- Area Archeologica Selinunte
- Teatro Greco Romano di Taormina
- Duomo di San Giorgio Ragusa
- Parco Archeologico Valle dei Templi
- Duomo di Monreale
N.B. Siciliainfesta.com non in alcun modo responsabile per eventuali errori o omissioni contenuti nelle informazioni pubblicate
Sicilia in festa un progetto di IDGT e Francesco Grasso | Mappa | Termini di utilizzo | Cookie | Ricette siciliane | Partner | Newsletter

Questo sito contribuisce all'audience del Quotidiano di Sicilia