Feste e sagre in Sicilia

Museo Etno-antropologico

Via San Giuseppe - Alia (PA)

Si trova in via San Giuseppe nei due piani della casa “Pittà” restaurata dal comune di Alia. Il museo accoglie oggetti provenienti dalla collezione privata del prof. Rosario Di Vitale, che spinto dalla passione per le tradizioni popolari ha svolto un lavoro di ricerca e raccolta di testimonianze della cultura agro-pastorale di Alia.

L’intera collezione, per testamento del prof. Di Vitale, è passata agli eredi, con manifesto desiderio dello stesso di renderla fruibile al pubblico. Nel 1996 l’amministrazione comunale, nell’ambito di un progetto rivolto al recupero dell’identità storico-culturale del popolo aliese, ha stipulato un contratto d’affitto della collezione “Di Vitale” allo scopo di realizzarne un museo, archivio di memorie, e ulteriore meta di un itinerario turistico per la valorizzazione del territorio. I lavori d’allestimento sono stati curati dal d.ssa Rita Cedrini, dell’Istituto di Antropologia Culturale di Palermo, con l’intervento di studiosi di diverse discipline.
 
Il museo espone attrezzi e utensili in uso nei secoli scorsi, necessari alla lavorazione del ferro, del grano, alla cura del bestiame, alle creazioni artigianali, alla produzione dei prodotti caseari, provenienti dalle piccole aziende agricole del luogo. La collezione è stata divisa in quattro sezioni.
 
Al primo piano troviamo la prima sezione che riunisce arnesi utilizzati dai pastori per la produzione e trasformazione del latte:sgabelli, pentoloni, tavolieri, fiscelle, mestoli, zubbi.
 
La seconda sezione è dedicata alla lavorazione del ferro: vi sono esposti lavori in ferro battuto, chiavi, toppe, martelli, incudini, e sono stati ricreati l'antico angolo di lavoro del fabbro e quello del maniscalco.
 
Al secondo piano troviamo le altre due sezioni. Una conserva attrezzi utili per la lavorazione del grano: gioghi, aratri, seminatrici, zappe, falci. 
 
Arnesi per la tessitura, sistemi di riscaldamento e di illuminazione, vasellame, brocche, arbitri, ceste, anfore di varie dimensioni, ed indumenti da lavoro originali, occupano l'ultima sezione. Oggetti e utensili adoperati quotidianamente all'interno delle abitazioni contadine, che oltre al valore simbolico. Ogni anno il museo è metà di numerosi visitatori con prevalenza di gruppi scolastici, in quanto esso costituisce una preziosa testimonianza della cultura contadina siciliana.
 
Per maggiori informazioni:
Comune di Alia - Ufficio Turistico: tel. 091.8210913- 091.8210911

Fonte / Autore: Comune di Alia


CONDIVIDI SU FacebookTwitterGoogle+

In primo piano


- Museo Archeologico Regionale di Aidone
- Palazzo dei Normanni Palermo
- Area Archeologica Selinunte
- Teatro Greco Romano di Taormina
- Duomo di San Giorgio Ragusa
- Parco Archeologico Valle dei Templi
- Duomo di Monreale
N.B. Siciliainfesta.com non in alcun modo responsabile per eventuali errori o omissioni contenuti nelle informazioni pubblicate
Sicilia in festa un progetto di IDGT e Francesco Grasso | Mappa | Termini di utilizzo | Cookie | Ricette siciliane | Partner | Newsletter