Feste e sagre in Sicilia

Museo Mandralisca

Via Mandralisca, 13 - Cefalu' (PA)

Sull’antica “strada Badia” (oggi via Mandralisca), stradina appartata e silenziosa che da piazza Duomo scende verso il mare, prospetta la facciata ottocentesca di quella che fu un tempo la dimora della famiglia Mandralisca, che fu poi destinata in parte, e per alcuni anni, ad ospitare il liceo Mandralisca, ed è oggi sede del museo. Il museo Mandralisca, “soprattutto nelle prime stanze, si presenta ancora come luogo caratterizzato da arredi domestici, che indugia lungo il sottile crinale di un passato ancora presente "….I quadri e gli oggetti d’arte che vi sono esposti dichiarano apertamente la loro destinazione originaria ad un privato godimento” (T. Viscuso). In un locale terraneo del Palazzo ha sede l’antico “magazzino dell’olio” della famiglia Mandralisca, ambiente di grande suggestione, oggetto di recupero e restauro nel 1997, in cui si trovano venti grandi giare seminterrate di Santo Stefano di Camastra, dove veniva conservato per gli usi familiari l’olio prodotto nelle terre del barone.
 
Il museo Mandralisca – che conserva tra le sue antiche mura il patrimonio artistico, ma anche l’eredità di memorie, di Enrico Pirajno di Mandralisca - si può ben definire come museo interdisciplinare comprendente, oltre alla pinacoteca, una notevole collezione archeologica, uno splendido monetario, una raccolta malacologica tra le più ricche d’Europa, nonché mobili ed oggetti di pregio già appartenuti alla famiglia Mandralisca. Fiore all’occhiello del museo sono due riconosciuti capolavori: il magnifico Ritratto d’Uomo, opera di Antonello da Messina, e il cratere siceliota a figure rosse su fondo nero detto del Venditore di tonno. Il primo è noto in tutto il mondo anche per il romanzo di Vincenzo Consolo, Il sorriso dell’Ignoto Marinaio, che ad esso è ispirato. Il Museo mantiene in parte ancora oggi l’intima atmosfera di un ambiente domestico e l’impronta di un privato luogo di memorie. In questa suggestiva atmosfera si coglie quasi la presenza del barone, filantropo, studioso, intellettuale illuminato, ed il valore delle collezioni scientifiche, di antichità e di opere d’arte da lui raccolte sta anche nella testimonianza che esse danno della personalità del Fondatore.
 
Info e contatti 
Sito Fondazione Mandralisca

Fonte / Autore: Sito Museo Mandralisca


CONDIVIDI SU FacebookTwitterGoogle+

In primo piano


- Museo Archeologico Regionale di Aidone
- Palazzo dei Normanni Palermo
- Area Archeologica Selinunte
- Teatro Greco Romano di Taormina
- Duomo di San Giorgio Ragusa
- Parco Archeologico Valle dei Templi
- Duomo di Monreale
N.B. Siciliainfesta.com non Ť in alcun modo responsabile per eventuali errori o omissioni contenuti nelle informazioni pubblicate
Sicilia in festa Ť un progetto di IDGT e Francesco Grasso | Mappa | Termini di utilizzo | Cookie | Ricette siciliane | Partner | Newsletter