Feste e sagre in Sicilia
A causa dell'emergenza Covid-19 sono sospese, su tutto il territorio nazionale, tutte le manifestazioni e le iniziative di qualsiasi natura.
Pertanto, gli eventi promossi sul sito sono da ritenersi annullati fino a quando il Governo non ritirerÓ i divieti. Date e programmi presenti negli articoli al momento non sono validi.

Museo Paleontologico

Via Borgo, 12 - Catania (CT)

Il museo si trova nei locali dell'Accademia Federiciana di Catania, nei pressi di Piazza Cavour, che sin dalla data della sua fondazione avvenuta nel 1996 si è dedicata all'esposizione di fossili, invertebrati ed altri interessanti reperti. Nonostante la natura privata, di tale Museo rappresenta una tappa importante per tutti coloro che sono interessati alla paleontologia e storia in generale.
 
L'Accademia Federiciana ha intensificato anche l'attività scientifica, concentrandosi in particolare sulla paleontologia e sulla paletnologia. Sin dalla fondazione nella sede è esposta, allo scopo di illustrare brevemente alcuni momenti significativi della storia geo-paleontologica dei vari continenti una, una raccolta di fossili di particolare interesse scientifico di varia provenienza ed età. Appartenente a Fortunato Orazio Signorello (accademico della Pontificia Accademia Tiberina e dell'Accademia del Verbano, nonché membro della Sociedad Española de Malacologia), essa comprende reperti paleontologici - provenienti da ogni parte del mondo - databili nell'arco di tempo compreso tra il Siluriano (435- 395 milioni di anni fa) e il Neozoico (2-1,5 milioni di anni fa). I fossili esposti nelle vetrinette costituiscono una ricca e importante testimonianza sugli organismi animali e vegetali del passato.
 
Con assiduo e intelligente lavoro di ricerca, di raccolta e catalogazione dei pezzi, in oltre 15 anni Signorello ha assemblato - dedicandosi con grande passione e competenza a collezionare e studiare particolarmente i fossili del Giurassico inferiore e del Cenozoico - oltre 2.000 fossili. Per lo straordinario stato di conservazione degli esemplari e il notevole numero di specie rappresentate, la collezione è stata, e continua a essere, oggetto di studio di eminenti paleontologi e ricercatori scientifici. Alcuni esemplari sono stati descritti e illustrati in articoli, libri ed enciclopedie. Tra i fossili esposti, è possibile ammirare, tra l'altro, ammoniti, brachiopodi, trilobiti, denti di squalo, echinidi, pesci (rinvenuti perlopiù nei giacimenti della formazione eocenica della Francia, del Libano e del Green River, Stati Uniti), belemniti, gasteropodi, felci (interessanti risultano gli esemplari del giacimento di Mazon Creek, nell'Illinois, conservatesi in noduli di siderite), lamellibranchi, insetti perfettamente conservati nell'ambra oligocenica del Baltico, resti di vertebrati (denti di mososauro, Merycoidodon, orso delle caverne, cavallo, cervo, bisonte, ippopotamo, mammut) e artropodi. La visita del Museo non è solo uno dei mezzi più idonei per conoscere direttamente i fossili, preziosi testimoni del passato della Terra, ma rappresenta anche un piacevole momento formativo per i visitatori. Sulla collezione, visitata annualmente in media da 3.000- 4.000 persone, è in previsione la pubblicazione di un catalogo.
 
Orario visite:
mercoledì e venerdì ore 17.30 - 20.00
negli altri giorni previa prenotazione
Tel: 095.438531
www.accademiafedericiana.eu

Fonte / Autore: www.accademiafedericiana.eu


CONDIVIDI SU FacebookTwitterGoogle+

In primo piano


- Museo Archeologico Regionale di Aidone
- Palazzo dei Normanni Palermo
- Area Archeologica Selinunte
- Teatro Greco Romano di Taormina
- Duomo di San Giorgio Ragusa
- Parco Archeologico Valle dei Templi
- Duomo di Monreale
N.B. Siciliainfesta.com non Ŕ in alcun modo responsabile per eventuali errori o omissioni contenuti nelle informazioni pubblicate
Sicilia in festa Ŕ un progetto di IDGT e Francesco Grasso | Mappa | Termini di utilizzo | Cookie | Ricette siciliane | Partner | Newsletter