Feste e sagre in Sicilia

Festa di Sant'Andrea a Milo

Ultima domenica di luglio - Milo (CT)

Festa di Sant'Andrea a Milo a Milo
A Milo, in provincia di Catania, nell'ultima domenica di luglio si svolge la festa in onore del patrono, Sant'Andrea, chiamato anche "Santo dell'acqua", perchè nella tradizione le piogge di fine estate favoriscono la maturazione dell'uva che costituisce uno dei prodotti tipici di Milo, è grande festa per tutti i milesi che, dopo la tradizionale "uscita" del fercolo dalla chiesa madre, a lui intitolata, portano la statua del Santo in giro per il paese, accompagnato da una imponente processione di fedeli e dalla banda. Tradizionale è diventata negli anni "la cantata": un coro di voci che intonano un inno al santo protettore al quale più volte i milesi hanno affidato le sorti del paese minacciato dall'attività del Monte Etna.
 
La seconda domenica di Luglio, a Fornazzo piccolo borgo di Milo, la festa patronale, vissuta con grande partecipazione religiosa, è dedicata al Sacro Cuore di Gesù, in ringraziamento per lo scampato pericolo delle colate laviche. Gli abitanti di Fornazzo e i tanti pellegrini si uniscono in processione fino al piccolo altarino che abbracciato dalla lava nel 1979 ne è uscito illeso. Eletto nel '92 Villaggio Ideale d'Italia, Fornazzo custodisce, geloso, il suo animo tranquillo e felice che gli ha portato tale riconoscimento. Arroccato a 800 metri sul livello del mare Fornazzo è conosciuto dai molti per le ferite con le quali, più volte in questo secolo lo ha segnato il vulcano “a muntagna” come la chiamano i Fornazzesi.
 
Di cicatrici laviche Fornazzo è piena ma insieme a queste convivono le dimore che costruite in armonia con la natura del paesaggio costituiscono un poò il trattato di pace che, implicito, nasce spontaneo tra uomini e vulcano. Tradizione vuole che un giorno un uomo edificò la proprio dimora accanto una grotta lavica, quell'onda di lava, quella grotta sembrava a chi la guardasse un grande forno: un fornazzo”. Da allora il luogo in cui nasceva quella lingua di pietra ha assunto una nuova identità, quella che conserva ancora oggi. Forse non tutti i visitatori avvertono la magia o l'incanto della tranquillità che permea l'animo di chi qui vive ma anche al visitatore più distratto non potrà sfuggire il senso di pace e di eterno che questo luogo trasuda e per chi più attentamente ascolta: un respiro, quello della montagna, viva.

Maggiori informazioni
www.comunedimilo.ct.it

Ultima modifica: 2019-01-25 08:49
Fonte / Autore: Comune di Milo


CONDIVIDI SU FacebookTwitterGoogle+

Ricerca avanzata

In primo piano


- Pasta reale ricetta
N.B. Siciliainfesta.com non in alcun modo responsabile per eventuali errori o omissioni contenuti nelle informazioni pubblicate
Sicilia in festa un progetto di IDGT e Francesco Grasso | Mappa | Termini di utilizzo | Cookie | Ricette siciliane | Partner | Newsletter