Feste e sagre in Sicilia

Festa di San Giovanni Battista a San Giovanni Montebello

Domenica successiva al 24 giugno - Giarre (CT)

Festa di San Giovanni Battista a San Giovanni Montebello a Giarre
Festa di San Giovanni Battista, Patrono di San Giovanni Montebello, pccolo borgo del comune di Giarre (CT), nota per gli spettacolari fuochi pirotecnici, che si svolgono durante l’uscita del Santo. Apertura dei Solenni Festeggiamenti in Onore del Santo con il tradizionale suono del "Consolato", della Campana Maggiore della Chiesa Parrocchiale, con Sparo dei 24 Colpi a Cannone a salve. A seguire dopo il suono a distesa dei Sacri Bronzi, Spettacolo Pirotecnico. La festa raggiunge il culmine il sabato e la domenica successivi al 24 giugno, giorno in cui si celebra la natività del Santo. 

La sera del sabato, si svolge la Festosa Entrata in Piazza San Giovanni Battista dei Quattro Partiti con la "Tradizionale Fiaccolata in Onore del Santo Patrono.” Intorno le ore venti i rappresentanti delle quattro categorie, muniti di fiaccole e bandiere tricolore, accompagnati dai musicanti, percorrono di corsa le quattro vie (una per ogni partito) per raggiungere la Piazza del Duomo, dove ognuno accende la girandola assegnatogli. Tra la nutrita schioppetteria ed il fuoco di queste, nel frastuono assordante della gente, i gruppi di musicanti congiungendosi intonano la marcia dei bersaglieri, ripetendola più volte, con un ritmo sempre più veloce. La serata continua, sul palco musicale è eseguita la “Cantata” (inno in onore di San Giovanni Battista), grandi e piccoli intonano le note per trasmettere con questo gesto la propria devozione verso il Santo, a seguire la spettacolare la gara pirotecnica dei quattro Partiti.
 
La domenica la suggestiva "Nisciuta di San Giuvanni" ovvero l'uscita del fercolo con il simulacro di San Giovanni Battista dalla Chiesa Madre alle ore 21:00 e a seguire la processione del Santo per le vie del paese. Il fercolo si affaccia dalla porta centrale, fermandosi sul sacrato della Chiesa, lo scampanio è il segnale di uno straordinario, incantevole, gioco di luci accompagnato dai rumori emanati dai fuochi d'artificio. La grande Vara, sormontata dal baldacchino indorato, attraverso due binari di legno, scende lentissima i 24 gradini, fino a raggiungere la piazza, in un momento suggestivo e di grande intensità, quindi in un clima di grande fede si ripete con la stessa impetuosità della sera precedente la “Cantata”, il fercolo sosta fino al termine dell’Inno, poi sì da inizio alla processione; a conclusione della quale il fercolo risale la gradinata, fino al rientro nel Duomo. La statua del Santo è issata con una scala mobile dentro la cappella sopra l’altare maggiore e tra gli "evviva" dei fedeli sale il gran quadro, che cela il Simulacro, che sarà svelato nuovamente il giorno del 29 agosto.
 
Per maggiori informazioni:
www.facebook.com/pages/San-Giovanni-Montebello

Ultima modifica: 2016-01-21 13:14


CONDIVIDI SU FacebookTwitterGoogle+

Ricerca avanzata

In primo piano


- Pasta reale ricetta
N.B. Siciliainfesta.com non in alcun modo responsabile per eventuali errori o omissioni contenuti nelle informazioni pubblicate
Sicilia in festa un progetto di IDGT e Francesco Grasso | Mappa | Termini di utilizzo | Cookie | Ricette siciliane | Partner | Newsletter

Questo sito contribuisce all'audience del Quotidiano di Sicilia