Feste e sagre in Sicilia

Festa di San Giuseppe a Villafrati

19 marzo e ultima domenica di agosto - Villafrati (PA)

Festa di San Giuseppe a Villafrati a Villafrati
A Villafrati (PA) la Festa del patrono San Giuseppe, celebrata il 19 marzo, aveva caratteristiche folkloristicamente interessanti. Alla vigilia i ragazzi andavano in giro per il paese per la raccolta della legna: ogni famiglia dava delle fascine, che venivano portate in piazza dove si formava una catasta. La sera, fra l'allegria generale veniva dato fuoco alla catasta dando luogo alla cosi detta "luminaria" che durava a lungo. Sempre alla vigilia molte famiglie, per voto, preparavano grandi ceste di pane da distribuire, dopo che il sacerdote l'aveva benedetto, ai poveri, ma anche ai parenti e agli amici. Il pane con il suo sapore particolare un pò dolce, si continua a fare ancora, come allora, assume la forma degli antichi attrezzi artigianali del falegname. Oggi il pane si distribuisce anche in chiesa.
 
Il giorno della festa tre poveri, rappresentanti la Sacra Famiglia, Gesù Giuseppe e Maria, indossando vestiti di foggia antica, si recavano in chiesa, per ascoltare la messa. Giuseppe teneva con la mano sinistra la mano del bambino, mentre con la destra si appoggiava al tradizionale bastone fiorito. Dopo la messa, seguiti dalla gente, i tre personaggi andavano presso una famiglia dove erano stati invitati a pranzo. Per essi era già pronta una grande tavola apparecchiata e un lauto pranzo, che si iniziava dopo la benedizione data dal sacerdote.
 
Oggi la cosi detta " tavolata" è caduta in disuso e un'altra tradizione si è affermata: alcune famiglie per voto preparano la "pasta di San Giuseppe", che cucinano a mezzogiorno della festa in pentole giganti davanti la porta delle loro case. La pasta, di diversa forma, è condita con lenticchie, fave, piselli, fagioli, castagne secche, finocchi selvatici, broccoletti e abbondante olio d'oliva. Tutti i paesani vi si recano con pentolini e scodelle per averne una porzione. La festa offre alle famiglie un momento di comunione poiché è consuetudine riunirsi davanti alle ceste di pane o di pasta per recitare il rosario ed attendere il parroco per la benedizione.

La festa di SAN GIUSEPPE ricade anche l'ultima domenica di agosto, viene organizzata esclusivamente dai confratelli della Congregazione di San Giuseppe. Detta congregazione fu fondata nei primi del novecento, ma si presume che la festa abbia origini più antiche: tenendo conto che la prima chiesa di Villafrati , oggi inesistente, fu dedicata a San Giuseppe, patrono del paese. La festa viene ancora organizzata secondo le antiche tradizioni: la Fiera del bestiame e degli attrezzi artigianali, alberata (sparo di petardi alle prime luci del giorno) giro dei tamburi e della banda musicale per le vie del paese, messa solenne che si conclude con lo sparo dei mortaretti lungo il corso San Marco. La sera si svolge la processione, con la tradizionale "Vulata di l'Ancili" che consiste nella recita da parte di due bambine di una poesia dedicata al santo. Le bambine vengono legate con due corde (tenute da molte persone) e disposte su due balconi frontali. Fino a qualche decennio fa veniva portata in processione la statua di San Giuseppe posta in una nicchia della S.S. Trinità, oggi la statua che si porta in processione è più piccola e quindi più facile da trasportare. A seguire esibizione del gruppo bandistico e finale con fastosi giochi pirotecnici.

Per maggiori informazioni: www.comune.villafrati.pa.it

Ultima modifica: 2016-01-27 13:51
Fonte / Autore: Giuseppe Di Dato - Assessore alla Cultura Comune di Villafrati


CONDIVIDI SU FacebookTwitterGoogle+

Ricerca avanzata

In primo piano


- Pasta reale ricetta
N.B. Siciliainfesta.com non in alcun modo responsabile per eventuali errori o omissioni contenuti nelle informazioni pubblicate
Sicilia in festa un progetto di IDGT e Francesco Grasso | Mappa | Termini di utilizzo | Cookie | Ricette siciliane | Partner | Newsletter

Questo sito contribuisce all'audience del Quotidiano di Sicilia