Feste e sagre in SiciliaVacanze in Sicilia

Pasqua a Santa Cristina Gela

09 / 16 aprile - Santa Cristina Gela (PA)

Pasqua a Santa Cristina Gela a Santa Cristina Gela
La Settimana Santa a Santa Cristina Gela (PA). Nell'ultimo Venerdì di Quaresima, si canta in lingua albanese il canto della Resurrezione di Lazzaro, il venerdì santo si interpreta in siciliano il canto della Passione. Originariamente comunità di rito bizantino-greco. Santa Cristina ha abbandonato questa tradizione, prevalente nelle altre comunità albanesi di Sicilia, per adottare il rito romano. Testimonianze significative della coesistenza della tradizione siciliana ed albanese si hanno durante il periodo della Quaresima e della Settimana Santa.

Nell'ultimo Venerdì di Quaresima, infatti, si canta in lingua albanese il canto della Resurrezione di Lazzaro
mentre il Venerdì Santo si interpreta, invece, in siciliano il canto della Passione. Nelle chiese bizantine dei paesi arbëreshë, vi sono alcune caratteristiche stilistico-architettoniche che meritano qualche cenno. Gli edifici sono posizionati in modo tale che l'altare guardi ad oriente. L'altare è quadrato per indicare la perfezione di Cristo di cui è immagine, ed è collocato in uno spazio generalmente semicircolare, detto abside o santuario, separato dal resto della navata da una parete lignea (iconostasi) ricca di icone collocate secondo precisi canoni spirituali e teologici.

La celebrazione della Messa, molto diversa da quella di rito romano, contiene gli stessi momenti liturgici essenziali: introito, lettura della Parola di Dio, offertorio, consacrazione e comunione; cambia però la struttura: l'Eucarestia si celebra col pane fermentato e con il vino e la comunione ai fedeli è somministrata sotto le due specie.

Il Venerdì Santo in siciliano si esegue il Canto della Passione di "Gesù Cristo" (canto eseguito da un gruppo di fedeli, che per le vie del paese raccolgono uova offerte dalle famiglie; le uova in seguito saranno colorate di rosso e benedette) Processione del Cristo Morto con l'Addolorata, Rito del Seppellimento
 
La Domenica di Pasqua (Pashkët) è incentrata sul solenne Pontificale, la cerimonia religiosa più suggestiva dell'anno liturgico nella quale l'intensità delle preghiere, l'armonia dei canti e lo splendore dei paramenti creano momenti di bellezza e spiritualità esaltanti. In questo giorno di festa vengono preparate le uova rossevetë e kuqe e i dolci di pastafrolla a forma di cestino con l'uovo rosso, panaret.
 
Il paese di Santa Cristina Gela è posto su una collina, a 651 metri d'altitudine, prospiciente il lago di Piana degli Albanesi. Distante da Palermo circa 22 km. Santa Cristina è la comunità albanese di Sicilia più piccola, circa 900 abitanti, fondata da alcuni abitanti di Piana che il 31 ottobre 1691 chiesero all'Arcivescovado di Palermo di potersi stabilire con le famiglie in quei territori. Questo nucleo divenne sempre più numeroso fino a costituirsi in comune autonomo.

Per maggiori informazioni: www.comunesantacristinagela.pa.it

Ultima modifica: 2016-10-28 12:19


CONDIVIDI SU FacebookTwitterGoogle+

Ricerca

Ricerca avanzata

In primo piano


- Ottobrando a Floresta
- Ottobrata a Zafferana
- Ficodindia Fest a Santa Margherita di Belýce
- Il Tartufo tra i sapori d'autunno a Capizzi
- Sagra della Castagna a Mezzojuso
- Funghi Fest a Castelbuono
- Pasta reale ricetta
Siciliainfesta.com
Ŕ un progetto diImpronte DigitaliFrancesco Grasso
MappaTermini di utilizzoRicette sicilianePartnerPrivacy
N.B. Siciliainfesta.com non Ŕ in alcun modo
responsabile
per eventuali errori o omissioni
contenuti nelle informazioni pubblicate.
Newsletter
cancellami