Feste e sagre in Sicilia

Festa di San NicolÚ Politi ad Alcara li Fusi

15 / 17 agosto - Alcara li Fusi (ME)

Festa di San NicolÚ Politi ad Alcara li Fusi a Alcara li Fusi
Solenni festeggiamenti di San Nicolò Politi, Protettore di Alcara li Fusi (Messina), dall'1 al 3 maggio e dal 15 al 18 agosto. Particolarmente significativi sono i festeggiamenti in onore del Patrono S. Nicolò Politi (nato il 6 Settembre 1117 ad Adrano) dovuti alla grande devozione della popolazione alcarese.

Narra una pia tradizione che egli nacque dai coniugi Politi di Adrano i quali, il 6 dicembre del 1116, si recarono ad Alcara per assistere alle feste annuali in onore di S. Nicolò Vescovo (S. Nicolò di Bari) al quale la moglie sterile chiese la grazie di poter avere un figlio. Dopo nove mesi il palazzo Politi venne allietato dal sorriso di un bambino il cui nome di battesimo fu, naturalmente, Nicolò in onore della grazia ricevuta. La giovinezza del Santo fu caratterizzata da molti eventi, si distingueva principalmente per la sua purezza di sentimenti, la carità per i poveri ed i sofferenti, la pietà, la viva intelligenza e l'amore per lo studio.

All'età di 17 anni, i genitori di Nicolò pensarono che fosse arrivata l'ora di cercare una nobile e ricca fanciulla per combinare il matrimonio con il loro figlio, ma Nicolò, la notte precedente il rito nuziale, per divino avviso, lasciò la casa paterna e si rifugiò in un antro alle falde dell'Etna iniziando così la sua vita da anacoreta. Rintracciato dal Padre, avvertito da un messo celeste e con la guida dell'Aquila Reale, lasciò l'Etna e si diresse verso Alcara, prendendo dimora presso una piccola grotta ai piedi della Rocca Calanna. Nella sua povera dimora Nicolò visse per trent'anni, in preghiera, meditazione e penitenza, cibandosi di erbe e del pane che ogni giorno l'aquila prodigiosa gli portava. Il 14 agosto 1167 Nicolò, per celeste avviso, apprese che dopo tre giorni sarebbe morto e la mattina successiva, festa dell'Assunta, si recò al Rogato ove confidò con gioia all'Abate Cusmano, suo Padre Spirituale, che il giorno 17 avrebbe reso l'anima a Dio. Il 17 Agosto 1167, giovedì, l'Anima Santa e pura si distacca dalla spoglia mortale e vola in cielo.

Da allora il popolo di Alcara festeggia il 17 Agosto, in ricordo del suo glorioso transito al cielo con una lunga processione che attraversa tutto il paese, mentre il 18 agosto (giorno del ritrovamento del corpo esamine da parte della popolazione) si effettua un pellegrinaggio a piedi fino all'Eremo, dove sorge la chiesa costruita attorno alla grotta presso cui visse il Santo.  Il 3 Maggio, in ricordo di uno dei molteplici miracoli operati dal Santo, si effettua un'altra processione per le vie del paese.

Maggiori informazioni
Sito San Nicolo Politi
Sito Comune Alcara Li Fusi

Ultima modifica: 2019-02-24 14:30
Fonte / Autore: Emiliano Gioitta


CONDIVIDI SU FacebookTwitterGoogle+

Ricerca avanzata

In primo piano


- Pasta reale ricetta
N.B. Siciliainfesta.com non Ť in alcun modo responsabile per eventuali errori o omissioni contenuti nelle informazioni pubblicate
Sicilia in festa Ť un progetto di IDGT e Francesco Grasso | Mappa | Termini di utilizzo | Cookie | Ricette siciliane | Partner | Newsletter

Questo sito contribuisce all'audience del Quotidiano di Sicilia