Feste e sagre in Sicilia
A causa dell'emergenza Covid-19 sono sospese, su tutto il territorio nazionale, tutte le manifestazioni e le iniziative di qualsiasi natura.
Pertanto, gli eventi promossi sul sito sono da ritenersi annullati fino a quando il Governo non ritirerà i divieti. Date e programmi presenti negli articoli al momento non sono validi.

Natale a Calatabiano

08 dicembre / 12 gennaio - Calatabiano (CT)

Natale a Calatabiano a Calatabiano
Natale a Calatabiano, molti gli appuntamenti in programma tra il centro cittadino e la frazione di Pasteria: concerti natalizi, spettacoli e manifestazioni. Il 13 dicembre la Festa di Santa Lucia, con la caratteristica accensione dei "cannici" e la degustazione tipica dei ceci di S.Lucia. Durante le feste natalizie si svolge la rappresentazione del Presepe vivente allietata da nenie natalizie e la Mostra dei presepi artistici. Il 24 dicembre la "Zzuccata", il tradizionale falò in piazza.
 
Falò di cannici
Una tradizione, molto sentita e originale, è la celebrazione della festa di S. Lucia che ricorre il 13 dicembre. I Calatabianesi, ogni anno festeggiano la Santa con alcune antichissime tradizioni che purtroppo vanno lentamente scomparendo. La più importante è quella dei “cannici di Santa Lucia o delle Cannucce. Ogni famiglia, all’imbrunire, accende davanti alla propria casa un fascio di canne, dette “cannici”, per illuminare l’oscurità della notte in ricordo della santa protettrice della vista. Nei tempi passati non c'era uscio del paese dinanzi al quale non ardesse il fascio delle cannucce. Il corteo dei portatori di “cannici”, durante la processione che porta Santa Lucia per le vie del paese, precede e segue il fercolo.
 
Le pietanze caratteristiche che stanno sulle tavole dei Calatabianesi per tradizione nel giorno della festa di Santa Lucia sono: la zuppa di ceci, il riso e il frumento bollito che in dialetto è chiamato "cuccìa" e il pane fatto con la farina di ceci. Calatabiano ha anche un’altra antica tradizione legata a Santa Lucia e che ormai è quasi in disuso. La persona che, sofferente agli occhi, abbia ottenuto dalla Santa la guarigione, invita a casa sua nel giorno della festa, una o più ragazze, le "verginelle" e insieme con gli altri componenti della famiglia, dopo aver reso grazie alla Santa, pranza a mezzogiorno e a sera. Terminata la cena, la ragazza viene riaccompagnata da tutta la famiglia nella sua abitazione tra canti di lode e di ringraziamento verso la Santa, reggendo ciascuno un mazzo di “cannici” accesi".
 
Maggiori informazioni e programma
Sito Comune di Calatabiano
Sito Promo Loco

Ultima modifica: 2019-12-11 22:55
Fonte / Autore: Associazione Culturale PROMO LOCO Calatabiano


CONDIVIDI SU FacebookTwitterGoogle+

Ricerca avanzata

In primo piano


- Pasta reale ricetta
N.B. Siciliainfesta.com non è in alcun modo responsabile per eventuali errori o omissioni contenuti nelle informazioni pubblicate
Sicilia in festa è un progetto di IDGT e Francesco Grasso | Mappa | Termini di utilizzo | Cookie | Ricette siciliane | Partner | Newsletter