Feste e sagre in Sicilia
Questo sito contribuisce all'audience di QdS.it

Sagra della Vastedda a Capaci

01 novembre - Capaci (PA)

Sagra della Vastedda a Capaci a Capaci
XXVIII Edizione Sagra della Vastedda 1° novembre 2017 Capaci in Piazza Matrice. La manifestazione a cura del Comune di Capaci, si svolge come da tradizione il 1° novembre, festa della commemorazione dei defunti. a partire dalle ore 10:00 è come ogni anno vedrà la partecipazione di tanta gente.
 
La vastedda è una sorta di focaccia di pane non lievitato, che originariamente veniva condita con olio d'oliva, sale e pepe ed oggi arricchita con sarde salate (o acciughe) e con caciocavallo (grattugiato o a scaglie). La vastedda, piatto semplice e di facile preparazione, ha radici molto lontane e costituisce di fatto uno dei prodotti culinari tipici del paese legato alla società agricola di un tempo, quando vi era la diffusa abitudine da parte della gente di comprare al mattino presto le vastedde già condite, portandole con sé, prevedendo di rincasare verso l'imbrunire dopo una lunga giornata di duro lavoro. La farina per fare i panini, e tutti gli altri ingredienti, stanno pure a simboleggiare la fortuna, la prosperità e la pace. Oggi, la Sagra della Vastedda è l´occasione, per l´Amministrazione comunale e la Pro Loco, di far conoscere i genuini prodotti locali grazie anche al contributo di alcune aziende alimentari che operano nel territorio.
 
Una tradizione popolare che affonda le sue radici nella ricorrenza di Ognissanti un tempo interamente dedicata alla cura delle tombe dei cari estinti ma che con il mutare delle condizioni sociali ed economiche ha finito con il rappresentare la ricorrenza ideale per far conoscere i genuini prodotti locali. 
 
Il centro abitato del Comune di Capaci (PA) si sviluppa lungo un asse stradale molto antico, di epoca romana, che collega il Capoluogo con le città più importanti della Sicilia occidentale di Trapani e Marsala. Numerosi reperti archeologici ancora da analizzare e collocare cronologicamente testimoniano un passato preistorico particolarmente interessante mentre è certo che il primo insediamento stabile risale al 15 settembre 1241, data che segna il passaggio dal feudo al casale e che prelude alla fondazione dell'odierna cittadina. Il suo nucleo originale è sorto intorno al 1523 ai piedi della Montagnola Santa Rosalia, sovrastata dalle balze concave della "Quarara", verso la metà dello stesso anno risalgono le prime fondamenta della Chiesa Madre, centro di primario interesse religioso, artistico e culturale.

Nei primi decenni del XVI secolo, con la riunificazione dei vari possedimenti in un'unica baronìa l'agricoltura divenne l'attività primaria. Anche la pesca conobbe una attività molto redditizia e poté estendersi sempre più lontano fino a raggiungere le coste dell'Africa settentrionale. E Susa sul Golfo di Hammamet, in Tunisia, ancor oggi reca la testimonianza di un intero quartiere che porta il nome di Capaci.
 
Per maggiori informazioni:  
https://www.facebook.com/proloco.capaci/
www.comune.capaci.pa.it

Ultima modifica: 2017-09-03 23:16


CONDIVIDI SU FacebookTwitterGoogle+

Ricerca avanzata

In primo piano


- Pasta reale ricetta
N.B. Siciliainfesta.com non in alcun modo responsabile per eventuali errori o omissioni contenuti nelle informazioni pubblicate
Sicilia in festa un progetto di IDGT e Francesco Grasso | Mappa | Termini di utilizzo | Cookie | Ricette siciliane | Partner | Newsletter