Feste e sagre in Sicilia
A causa dell'emergenza Covid-19 sono sospese, su tutto il territorio nazionale, tutte le manifestazioni e le iniziative di qualsiasi natura.
Pertanto, gli eventi promossi sul sito sono da ritenersi annullati fino a quando il Governo non ritirerā i divieti. Date e programmi presenti negli articoli al momento non sono validi.

Informazioni su Marineo (Palermo)

Il paese di Marineo, in provincia di Palermo, è situato a ridosso della valle del fiume Eleuterio, a 550 metri sul livello del mare, e si estende su una superficie di 33 chilometri quadrati. Il centro abitato è sovrastato da una imponente rupe, la Rocca, detta anche Dente canino della Sicilia o Tomba di Polifemo.
 
Il Castello, cinquecentesco gioiello artistico che rappresenta il maggiore monumento storico del luogo, fu costruito dei marchesi Beccadelli-Bologna, che gestivano direttamente l'attività economica delle loro proprietà. La lapide posta all'ingresso del piano nobile del maniero segna l'anno 1559 come data di edificazione. Dalla torre del castello marinese si gode una vista incantevole: verso ovest è possibile ammirare le incontaminate Gole dello Stretto, scavate dalle acque dell'Eleuterio fra i massicci collinari della Montagnola e del Pizzo Parrino, mentre a nord è possibile scorgere i segni degli antichi insediamenti edificati un tempo lungo il corso del fiume e oggi immersi in una verde distesa di giardini che si estendono sino al mare.  Il nome di Marineo richiama proprio quest'ultimo elemento. E' probabile che rievochi il punto da dove i viaggiatori provenienti da Agrigento avvistavano il "nuovo mare", ovvero il Tirreno. La strada che attraversa il centro abitato è, infatti, fra le più antiche della Sicilia e fu costruita dai romani nella seconda metà del III secolo a.C, durante la prima guerra punica.
 
Marineo ha un'importante Area archeologica in contrada Montagnola, identificata con l'antica città di Makella, dove periodicamente si effettuano campagne di scavi. Molti dei reperti rinvenuti sono conservati nel museo civico. Tra questi, un prezioso cratere siceliota del IV secolo a.C; una scodella arcaica e un intero corredo tombale della stessa epoca, ed inoltre brocche e anfore greche, reperti del periodo romano, bacini arabo-normanni e lucerne invetriate medievali . Nella Matrice, nel Santuario della Madonna della Dayna e all'interno delle altre dieci chiese del paese sono custodite numerose altre opere d'arte. Fra queste, il mosaico di San Ciro in maiolica policroma del XVIII secolo, attribuito alla scuola Palermitana, una preziosa acquasantiera di marmo bianco del XIV secolo, e il quadro della Madonna della Tenerezza del XVII.

Festa del patrono San Ciro penultima domenica agosto.
La Dimostranza Rappresentazione sacra allegorica itinerante in 21 quadri sulla vita di S.Ciro, recitata per le vie del paese da circa 200 personaggi interpretati da attori locali. Si svolge ogni due anni circa.
 
Sito Comune di Marineo

» Da visitare a Marineo

» Alberghi a Marineo
» B&b a Marineo
» Campeggi a Marineo
» Agriturismo a Marineo

» Sagre, feste e altri eventi a Marineo
Festa del Corpus Domini a Marineo - “L’ottavario di lu Signuri” a Marineo, tra fede e tradizioni. La festività del Corpus Domini e la tradizionale Infiorata Artistica.13 / 14 giugno
Marineo (PA)
Natale a Marineo - Marineo "Città dei presepi". Durante il periodo natalizio "Presepe Vivente Medievale" e itinerario artistico per le vie del centro storico. 25 dicembre / 06 gennaio
Marineo (PA)


Ricerca avanzata

In primo piano


- Pasta reale ricetta
N.B. Siciliainfesta.com non č in alcun modo responsabile per eventuali errori o omissioni contenuti nelle informazioni pubblicate
Sicilia in festa č un progetto di IDGT e Francesco Grasso | Mappa | Termini di utilizzo | Cookie | Ricette siciliane | Partner | Newsletter