Feste e sagre in Sicilia

Informazioni su Raddusa (Catania)

Raddusa è un centro agricolo, in provincia di Ctania situato a 350 m s.l.m. Le prime fonti documentarie sul feudo di Raddusa, la cui denominazione, presumibilmente di origine araba, appare dall'oscura etimologia, risalgono intorno al 1300, quando esso apparteneva a Pietro Fessima di Aidone. Nel 1503 Raddusa passò alla famiglia Paternò a seguito del matrimonio fra Vincenza Fessima, baronessa di Raddusa, e Giovanni Francesco Paternò di Imbaccari. Dal 1806 la famiglia Paternò ne ottenne il titolo di Marchese.
 
Dal 1809 il Marchese Francesco Paternò, dopo che la scoperta del metodo Leblanc per la produzione del carbonato di zolfo aveva prospettato la possibilità di cospicui guadagni per la ricchezza delle miniere di zolfo insistenti nei suoi feudi di Raddusa e Destra, ottenne la licenza regia di popolare questi ultimi. Nel 1859, fu elevato a Comune autonomo. A partire dal primo decennio del 1900 le miniere siciliane, e quindi anche quelle di Raddusa, iniziano un lento ma inesorabile declino, lasciando quindi all'attività cerealicola la rappresentazione del filo di continuità delle generazioni raddusane.
 
Dal punto di vista paesaggistico e turistico da non perdere l'oasi naturalistica della Diga dell'Ogliastro, veri monumenti d'archeologia industriale come le cave di zolfo e, la Diga Ogliastro, oasi naturale protetta ove vi si contano oltre 2000 volatili appartenenti ad oltre 60 specie; e l’antica città siculo-greca di Morgantina, distante circa 10 km dal centro abitato.
 
Il Castello dei Gresti o di Pietratagliata scavato nella viva roccia, che si staglia imponente con la sua torre a protezione della vallata, la Chiesa Madre costruita nel 1850 su progetto dell'architetto Giuseppe Maggiore, sono apprezzati gli stucchi e i disegni in stile corinzio. La Torre del Feudo: costruita intorno al '700 su una roccia affiorante dal terreno, ancora integra nelle strutture murarie, ha pianta ottagonale irregolare, si trova a circa 10 km dal centro abitato, al bivio della Giumenta
 
Festa del patrono San Giuseppe 19 marzo

Sito Comune di Raddusa

» Da visitare a Raddusa

» Alberghi a Raddusa
» B&b a Raddusa
» Campeggi a Raddusa
» Agriturismo a Raddusa

» Sagre, feste e altri eventi a Raddusa
Festa del Grano a Raddusa - La festa si svolge a Raddusa, granaio della provincia. Rievocazione delle antiche fasi della "Pisatura" del grano. Parata con gruppi folk, bande musicali, carretti siciliani, figuranti.06 / 08 settembre
Raddusa (CT)
Festa di San Giuseppe a Raddusa - Festa del Santo Patrono San Giuseppe a Raddusa. Processione della statua del santo per le vie del paese, fuochi d'artificio e spettacoli.19 settembre
Raddusa (CT)
Festa del Vino e dei Sapori a Raddusa - Festa di San Martino a Raddusa. Previste visite al Museo dedicato alla storia del grano e degustazioni di prodotti tipici locali.data non confermata
Raddusa (CT)


Ricerca avanzata

In primo piano


- Pasta reale ricetta
N.B. Siciliainfesta.com non č in alcun modo responsabile per eventuali errori o omissioni contenuti nelle informazioni pubblicate
Sicilia in festa č un progetto di IDGT e Francesco Grasso | Mappa | Termini di utilizzo | Cookie | Ricette siciliane | Partner | Newsletter

Questo sito contribuisce all'audience del Quotidiano di Sicilia